Cos’è lo SPID (Sistema Pubblico Identità Digitale): a cosa serve, vantaggi e come ottenerlo

Cos'è lo SPID (Sistema Pubblico Identità Digitale), e perché è così importante averlo al giorno d'oggi? Negli ultimi tempi si sente spesso parlare di SPID, acronimo di Sistema Pubblico Identità Digitale, con gli ultimi governi in carico nel nostro Paese che hanno rilanciato più di una volta una campagna di sensibilizzazione per far sì che i cittadini prendessero coscienza della sua esistenza. In questo nostro approfondimento odierno spiegheremo cos'è lo SPID, Sistema Pubblico Identità Digitale (sul sito https://www.savinosolution.com trovi l'approfondimento), a cosa serve, i benefici e come richiederlo.

Cos'è lo SPID (Sistema Pubblico Identità Digitale)

Lo SPID è il Sistema Pubblico di Identità Digitale, attraverso cui è possibile accedere ai servizi online della Pubblica Amministrazione tramite una singola username (nome utente) e una singola password. Di fatto, dunque, con il termine SPID si indica una credenziale digitale, volta a identificare un cittadino italiano o straniero residente in Italia.

A cosa serve lo SPID

Come già sottolineato qui sopra, lo SPID è una credenziale digitale che consente di accedere a diversi servizi online resi disponibili dalla Pubblica Amministrazione. Tra questi, il più importante è senz'altro quello dell'accesso al sito dell'Inps, dal momento che l'Istituto Nazionale della Previdenza Sociale ha sostituito il precedente PIN Inps con lo SPID. Inoltre, lo SPID è indispensabile per presentare la richiesta del reddito di cittadinanza, il sostegno economico voluto dal primo governo Conte come misura di contrasto alla povertà e destinato alla fascia di popolazione più povera e senza un'occupazione. Il Sistema Pubblico di Identità Digitale è poi fondamentale per presentare la richiesta del buono di 500 euro per i docenti, ma anche per gli studenti che hanno compiuto la maggiore età. In più, con lo SPID si può accedere ai servizi della Pubblica Amministrazione per pagare eventuali multe oppure per pagare la TARI, presentando la regolare denuncia di occupazione.

Come ottenere lo SPID

Innanzitutto, il requisito richiesto per presentare domanda è l'aver compiuto 18 anni. I documenti richiesti sono un documento d'identità non scaduto, la tessera sanitaria, il numero di telefono cellulare e un indirizzo di posta elettronica. Lo SPID va richiesto a uno dei nove identity provider disponibili al registro della credenziale digitale. I provider in questione sono Tim, Register.it, Sielte, Poste Italiane, Namirial, Lepida, Intesa, InfoCert e Aruba. Il passaggio più importante nella fase di registrazione dello SPID corrisponde al riconoscimento, che poi è anche l'ultimo step prima di ottenere username e password per accedere ai servizi online della Pubblica Amministrazione. Il riconoscimento può essere eseguito in svariati modi: di persona, con la firma digitale, attraverso la webcam del proprio computer o con un lettore di smart card (quest'ultimo va collegato al PC di casa). A tal proposito, le due opzioni più semplici sono il riconoscimento di persona, a patto che il luogo selezionato sia vicino alla propria abitazione, o comunque facilmente raggiungibile, e il riconoscimento via webcam, dal momento che ormai tutti i computer in commercio (e quelli con qualche anno sulle spalle) sono dotati di una webcam. Per quanto riguarda invece la scelta degli identity provider, in questo caso una delle soluzioni migliori e semplici allo stesso tempo è rappresentata dagli uffici di Poste Italiane, dal momento che nella maggior parte dei comuni italiani è presente almeno un ufficio delle Poste, con il riconoscimento che avverrebbe in forma gratuita all'interno dello stesso ufficio postale da parte del dipendente di Poste Italiane.

Posts created 138

Related Posts

Begin typing your search term above and press enter to search. Press ESC to cancel.

Back To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi