Altamura: la leonessa della Puglia

Altamura: la leonessa della Puglia
in foto: Cattedrale di Altamura. Foto di Untalented Guy

La città di Altamura anche essendo pugliese, molto spesso viene associata alla visita a Matera, in Basilicata, per la sua vicinanza. Altamura fa parte dell’entroterra barese e dista dalla città meno di 50 chilometri. La città è famosa in tutto il mondo per il suo pane a marchio Dop, un’eccellenza italiana il cui odore proveniente dalle tante panetterie del paese inebria passanti e turisti. Altamura vanta una storia molto ricca ed è conosciuta come la “leonessa della Puglia” poichè seppe difendersi dall’invasione dei Borboni.

La città di Altamura tra prodotti tipici e da cose da visitare

Altamura, centro storicoin foto: Centro di Altamura. Foto di Alessandro Rizzo

Il centro storico della città di Altamura è ricco di evidenze storiche degne di nota. Partendo da Piazza Resistenza si entra nella parte più antica della città, tra palazzi, chiese e delle piccole corti chiuse, chiamate claustri, delle quali oggi se ne contano circa un’ottantina. Il monumento più importante della città di Altamura è la Cattedrale intitolata a Santa Maria Assunta, che si innalza nella centrale piazza Duomo. La monumentale chiesa fu fatta costruire nel 1230 per volontà di Federico II. Gran parte della chiesa originaria crollò durante il terremoto del 1316 e venne ricostruita durante il regno di Roberto D’Angiò. Lo stile è un grande esempio di romanico pugliese mescolato al gotico federiciano. In origine la Cattedrale dell’Assunta apparteneva al Palazzo Reale, quindi dipendeva dall’imperatore. La città di Altamura deve molto a Federico II, tanto è che sotto il simbolo della città si può leggere l’iscrizione “Federicus me reparavit”.

Di fronte alla Cattedrale si può ammirare il palazzo Melodia, caratterizzato dalle colonne in marmo altamurano e la chiesa di San Michele al Corso. Al centro della piazza sorge il monumento ai Caduti simbolo dell’eroica resistenza dell’8 maggio 1799. Infine chiude la piazza, la Torre dell’orologio pubblico, al lato della Cattedrale.

Tra gli altri edifici degni di nota c’è la chiesa di Santa Maria del Soccorso, oggi di S.Francesco da Paola, annessa all’omonimo monastero, che nel 1872 ospitò l’Asilo della Principessa Margherita di Savoia. Altro edificio molto bello è il palazzo Calderoni Sabini con il suo atrio e loggia.

Un bellissimo ed interessante museo da visitare ad Altamura è il Museo Nazionale Archeologico, un percorso nel passato tra le testimonianze dei popoli che sono passati per questa città pugliese. Fuori dal centro storico, Altamura, offre la possibilità di esplorare la natura circostante, infatti, è inserita nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia. Nel territorio di Altamura un luogo molto particolare è il cosidetto Pulo, una dolina carsica profonda circa cento metri. Nei dintorni della città sono stati ritrovati importanti fossili e reperti archelogici, come l’uomo di Altamura, rappresentato dai resti di uno scheletro umano integro del Paleolitico, e le 30.000 orme di dinosauri, rinvenute in località Pontrelli. Da vedere anche le Grotte di Altamura, ricche di stalattiti e stalagmiti.

Pane di Altamurain foto: Pane di Altamura. Foto di Dino Tognato

Una menzione a parte merita il prodotto più famoso e saporito del posto: il pane. E’ il primo prodotto da forno ad avere il marchio Dop in Europa. Secondo la tradizione le prime ricette di questo pane risalgono al medioevo. Il pane di Altamura DOP viene prodotto con lievito madre e con semole rimacinate di grano duro delle Murge e viene cotto esclusivamente nel forno a legna.

Fonte: Altamura: la leonessa della Puglia

Posts created 105

Related Posts

Begin typing your search term above and press enter to search. Press ESC to cancel.

Back To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi